Torino: La città della Magia e della Cultura

Torino: La città della Magia e della Cultura

Torino da sempre si mostra come una metropoli piena di grandi attrattive. Conosciuta anche con l’appellativo di città magica grazie alla sua storia che l’ha trasformata da ex capitale a capoluogo piemontese. In questo articolo scopriremo quali sono i maggiori punti d’interesse, come per esempio musei e monumenti, e i punti di ristorazione migliori per godersi al meglio una città che ha ancora tanto da dare ai suoi turisti.

I Principali Musei e Monumenti della Città di Torino

I Musei a Torino sono tanti, ma risaltano soprattutto il Museo Egizio e il Mao. Quest’ultimi sono simili sotto certi punti di vista dato che entrambi sono in grado di riportarci indietro nel tempo grazie al grande sforzo che la Regione ha fatto per renderli pieni di reperti di grande valore.

Museo Egizio

Parliamo di un luogo imponente, di ben 12.000 mq e diviso in 4 piani. Al suo interno vi sono 40.000 resti archeologici riportarti alla luce durante alcuni scavi d’inizio ‘900. Inoltre, la grande collaborazione con l’Egitto, ha permesso al Museo Egizio di ricevere, negli anni ’70, da parte del paese delle piramidi un vero e proprio tempio denominato Tempio di Ellesija. Quest’ultimo venne diviso in numerosi blocchi e trasportato fino in Italia, gli addetti ai lavori poi ricostruirono fedelmente la struttura all’interno del Museo.

Mao – Museo di Arte Orientale

Un altro gioiello dell’ex capitale d’Italia è il Mao. Un luogo in grado di riportarci indietro di duemila anni e di farci scoprire la cultura orientale. All’ingresso sono fedelmente riprodotti dei giardini Zen che fanno percepire al visitatore un’aria di calma e tranquillità. Ma non è finita qui, più si andrà avanti e più verranno messe in risalto le stampe dell’epoca, dipinti fatti a mano approdati a Torino direttamente dal Giappone, o ancora, le armature dei Samurai e antiche sete indiane.

I Monumenti più belli

A Torino le statue la fanno da padrone. Tra i monumenti più belli da vedere sicuramente ci sono quelle dei due innamorati Dorabella e Poldo, presenti in piazza CLN. La statua di Vittorio Emanuele di Savoia in Piazza San Carlo o la Fontana dei Dodici Mesi presente all’interno del Parco del Valentino.

Quest’ultimo è famoso per essere il polmone della città, all’interno del quale vi sono altre statue da ammirare. Tra le più famose, la panchina dei Lampioni Innamorati, che rappresenta appunto due lampioni seduti e abbracciati su una panchina mentre si godono un momento di relax in uno dei punti più belli del parco. Accanto a loro vi è anche un gatto che si stiracchia, simbolo di quotidianità e amore.

Il Castello del Valentino

Il grande Maniero che si trova all’interno del omonimo Parco nasce come residenza estiva della famiglia Savoia e

attualmente, oltre a essere patrimonio dell’UNESCO, è anche la sede della facoltà di Architettura del Politecnico della città. È un luogo che va sicuramente visitato con attenzione, oltre che per la bellezza degli interni, anche per i tratti medievali che si sono voluti mantenere intorno.

Tant’è che sono state conservate anche delle botteghe antiche di almeno 200 anni, come quella del Fabbro o l’Antica Stamperia, entrambe gestite da esperti artigiani che eseguono ancora lavorazioni con tecniche dell’epoca e creano splendidi souvenir per i turisti.

Ristoranti Torinesi: Dallo Street Food alla Cucina d’Élite

Per quanto riguarda il cibo, Torino è alla portata di tutti, si va dai ristoranti stellati ai allo street food. Tra quelli marchiati Michelin c’è il Cannavacciuolo Bistrot o il ristorante Del Cambio, che si affianca all’imponente Teatro Carignano, entrambi specializzati nei piatti del luogo.

Se invece vorrai goderti un pomeriggio dedito all’esplorazione della città, allora potrai mangiare un boccone mentre percorri la lunghissima Via Garibaldi che si contraddistingue per la grande quantità di negozi e ristoranti take away.

Va spezzata anche una lancia in favore dei ristoranti presenti in prossimità del mercato più grande d’Europa, Porta Palazzo. Qui vi sono dei Bistrot in piccole vie che si collegano come delle arterie al mercato e dove sembra che il tempo si sia fermato dato che ricordano molto le osterie dell’epoca.

Per concludere, se vorrai rimanere colpito da una città dal grande potenziale e cultura, Torino farà al caso tuo lasciandoti piacevolmente sorpreso e con la voglia di ritornarci di nuovo.

 

Organizza il tuo soggiorno a Torino: appartamenti di Varental

Torino è collegata con 2 importanti stazioni (Porta Nuova e Porta Susa) alle altre città italiane e di un aeroporto internazional. Una volta arrivati, il suggerimento è di pernottare in pieno centro storico, per potersi spostare a piedi verso le attrazioni. Il Carlina Luxury Apartment è sicuramente la scelta giusta.

Proprio perché così grande e ricca di cose da vedere, se è la vostra prima volta a Torino consigliamo un tour guidato della città, per un primo approccio e per individuare i punti di riferimento. In alternativa, c’è il sempreverde autobus turistico.
Se vuoi godere di una luce particolare, visita la città in autunno, quando i suoi viali e i suoi parchi si tingono delle sfumature dell’arancio.

Se siete in famiglia, adorerete Torino! E’ piena di parchi, aree pedonali. Non solo il lungofiume e il Parco del Valentino, ma anche il Parco Doria, Borgo Rossini, e i giardini del Palazzo Reale e della Venaria. Potete visitare il Planetario, la piccola città ciclabile, e salire fino a Superga con la “Dentiera“, un piccolo treno a cremagliera. E in generale, i musei sono super attrezzati per le famiglie.

Per i giovani, la movida si concentra nel Quadrilatero Romano, la zona ovest del quartiere Centro.

Commenta

Compare listings

Confrontare